I 14 SUV economici nel 2021

I 14 SUV economici nel 2021

riparazione-auto
SUV economici
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Il mercato dell’auto si caratterizza sempre di più per la presenza di nuovi modelli a “ruote alte”, SUV e Crossover, arricchiti oggi da versioni mild hybrid, plug-in e con motori a GPL che permettono di risparmiare sui costi del carburante. La presenza di SUV economici spesso si identifica con la categoria dei Crossover che possono essere SUV compatti o anche SUV low cost.

I prezzi indicati in questo articolo sono indicativi “chiavi in mano” e fanno riferimento al listino web di Quattroruote, con indicazione degli allestimenti e la forbice prezzo min/max (compresi i modelli in esaurimento scorte).

I 14 SUV economici nel 2021

Qui di seguito ti presentiamo i SUV economici:

1. Citroen C3 Aircross

Citroen-C3-Aircross-SUV-economici

La scelta di piccoli SUV è ampia ma anche se Citroen è in ritardo in questo segmento ha una storia più lunga di costruzione di auto piccole e pratiche di quasi chiunque altro. La Citroen C3 Aircross sostituisce efficacemente la C3 Picasso.

L’Aircross offre un 1.2 litri PureTech turbocompresso a benzina con 109 CV o 129 CV. Viene offerto anche un diesel BlueHDi da 1,5 litri con 109 CV.  La sospensione più alta aiuta a mantenere la compostezza tipica di questo veicolo ed è tutt’altro che un’auto sportiva da guidare, perché è stata data priorità al comfort.

Sono disponibili quattro livelli di allestimento: Serie C, Shine, Shine Plus e un’edizione speciale Rip Curl. La versione Shine Plus si caratterizza per un tetto bicolore che consente fino a 85 possibili combinazioni cromatiche di carrozzeria e tetto. Prezzi min/max: 36 allestimenti a partire da 19.700 € fino a 27.450 €.

2. Renault Captur

Renault-Captur-SUV-economico

La Renault Captur ha contribuito a rendere popolare la classe dei crossover. Anche gli spaziosi sedili posteriori e il generoso bagagliaio sono stati molto apprezzati dalle famiglie, tanto che Renault ne ha venduti 1,5 milioni di esemplari.

La nuova versione è leggermente più grande dentro e fuori, ha un design più moderno e presenta miglioramenti nella guida e nella seduta. L’aspetto è ancora sinuoso ma è anche leggermente più cesellato e le luci a led sono ora di serie, con un design a forma di C simile alla Renault Megane. La vernice bicolore rimane un aspetto caratteristico, con 90 combinazioni possibili per far personalizzare l’auto.

Lo spazio all’interno è abbondante, sia per i passeggeri che per i bagagli. Sono offerti due motori a benzina e due diesel, insieme a un ibrido plug-in Captur E-Tech che è entrato a far parte della gamma a metà del 2020.  È anche presente una versione SUV a GPL.

Con l’arrivo dei modelli di nuova generazione, la classe dei crossover è diventata ancora più competitiva e gli acquirenti hanno solo l’imbarazzo della scelta. Alcuni modelli hanno più spazio interno e altri sono più fluidi da guidare, ma in ogni caso la Renault Captur stabilisce standard elevati in molte aree, incluso il rapporto qualità prezzo. Prezzi min/max: 46 allestimenti a partire da 17.950 € fino a 37.350 €.

3. Ford Ecosport

Ford-Ecosport-SUV-economici

L’arrivo della Ford EcoSport, il primo SUV compatto della Casa, ha dimostrato la crescente popolarità di questo tipo di auto. Il frontale ridisegnato conferisce al veicolo un aspetto simile ai SUV Ford Kuga e Ford Edge. Anche gli interni sono stati revisionati e ora assomigliano più da vicino a quelli della Fiesta.

L’EcoSport non è un’auto progettata per la velocità, ma il motore a benzina EcoBoost 1.0 da 123 CV è abbastanza potente e la versione da 138 CV è ancora più scattante. Il motore diesel EcoBlue da 1,5 litri è stato aggiornato a 99 CV. I fan del diesel hanno a disposizione la versione da 123 CV di questo motore che impiega 11,3 secondi per coprire 0-100 km/h.

Il modo in cui si comporta su strade impegnative è un po’ una delusione, mentre tra i suoi lati c’è senza dubbio la facilità di guida in città. C’è anche una buona visuale dal posto di guida. A differenza di alcuni modelli Ford, la scelta di un EcoSport è molto semplice, poiché ci sono solo tre livelli di allestimento da abbinare ai motori di cui sopra, che ne fanno una delle più appetibili auto economiche nuove in fatto di prezzi. Prezzi min/max: 30 allestimenti a partire da 20.500 € fino a 26.900 €.

4. Dacia Duster

Dacia-Duster-SUV-economico

Da quando è stata presentata nel 2013, Dacia ha costruito una reputazione basata su un eccezionale rapporto qualità prezzo. Nessun modello lo esemplifica più della Dacia Duster, un SUV che quasi corrisponde alla Nissan Qashqai per le dimensioni ma con un prezzo inferiore alla Nissan Micra e ha costi di gestione che lo rendono molto interessante.

L’ultima generazione ha un valore altrettanto forte quanto il suo predecessore: il suo prezzo di partenza è leggermente più alto, ma lo è anche il suo livello di equipaggiamento di sicurezza standard. Nel 2020, è stato introdotto un nuovo modello Bi-Fuel GPL / benzina che offre al Duster un’opzione di propulsione unica, di SUV economico GPL, che ad oggi non è disponibile in nessuno dei suoi concorrenti.

Ci sono cinque diverse opzioni di alimentazione per il Duster, tra cui tre benzina standard, un modello Bi-Fuel che utilizza benzina e GPL e un diesel.  Prezzi min/max: 54 allestimenti a partire da 12.600 € fino a 21.650 €. Vengono spesso offerte delle promozioni interessanti.

5. Opel Crossland

Opel-Crossland-SUV-economico

Opel Crossland è l’offerta SUV più piccola dell’azienda e offre agli aspiranti acquirenti di Opel Astra o Corsa un’alternativa alla moda di crossover.
Un importante rinnovamento per il 2021 ha visto il Crossland eliminare la “X “dal suo nome, guadagnando anche il sorprendente volto della famiglia dei Mokka.

La riprogettazione dell’auto ha inoltre aggiunto ancoraggi di rivestimento in plastica resistente attorno ai passaruota, ai davanzali e ai paraurti per rendere il Crossland più simile a un SUV che a una piccola berlina. È un aspetto simile alla Citroen C3 Aircross con cui condivide molte delle sue parti nascoste.

Il Crossland è dotato di una gamma di motori a benzina e diesel ragionevolmente economici, ha sedili comodi, proporzioni interne eccellenti e un cruscotto facile da usare. Prezzi min/max: 47 allestimenti a partire da 18.950 € fino a 28.850 €.

6. Hyundai Kona

Hyundai-Kona-SUV-economici

La Hyundai Kona è un altro concorrente nella fiorente classe dei mini SUV economici. È una caratteristica delle auto di questa classe apparire un po’ meno convenzionali delle loro controparti a due volumi e la Kona segue questa tendenza, con un design più funky e leggermente più accattivante rispetto ai modelli Hyundai più utilitaristici a cui siamo abituati.

Per il momento, c’è solo una benzina da 1,0 litri da 118 CV disponibile nell’auto rinnovata, che ora vanta la tecnologia ibrida mild per migliorare l’efficienza. È anche una delle poche che offre una versione di auto elettrica per famiglia. Gli utenti saranno felici di apprendere che Kona ha una valutazione di sicurezza Euro NCAP a cinque stelle.

Tuttavia, bisogna anche considerare alcuni aspetti meno positivi, come un bagagliaio relativamente piccolo e posti posteriori angusti che tendono ad ostacolare la praticità. Prezzi min/max: 40 allestimenti a partire da 19.550 € fino a 49.600 € (per la versione con motore elettrico Kona EV 64 kWh XClass).

7. Kia Stonic

Kia-Stonic-SUV-economici

Strettamente correlato alla Hyundai Kona della consociata Kia, la Kia Stonic è sviluppata dalla Rio berlina. L’aspetto generale è abbastanza muscoloso e tozzo, con un profilo più simile a quello di un’auto rispetto a molti dei suoi concorrenti, ma sembra piuttosto fare affidamento su una scelta audace di colore per renderla interessante.

Le cose sembrano un po’ più vivaci all’interno, dove Kia ha introdotto varie opzioni di personalizzazione nel tentativo di attirare gli acquirenti più giovani. Inizialmente era stato offerto un motore a benzina da 1,4 litri da 98 CV, ma è stato ritirato, lasciando la possibilità di scegliere tra una benzina da 1,0 litri turbo da 118 CV o un diesel da 1,6 litri da 113 CV.

Sebbene lo Stonic sia un po’ più costosa di alcuni dei suoi concorrenti, la sua generosa lista di equipaggiamenti standard fa ammenda. La garanzia di Kia rimane eccellente a sette anni o 150.000 chilometri. Prezzi min/max: 21 allestimenti a partire da 16.750 € fino a 24.750 €.

8. Seat Arona TGI

Seat-Arona-TGI-SUV-economico

La Seat si inserisce nella affollata gamma dei SUV compatti sfruttando la piattaforma MQB del gruppo VW di cui fa parte, che troverai anche alla base dell’ultima Volkswagen Polo. Questo rende la Seat Arona molto simile a un’auto da guidare, con una posizione di guida leggermente rialzata.
I modelli principali sono SE generosamente equipaggiato, FR sportivo e lussuoso Xcellence, e puoi aggiungere un kit extra rispettivamente con la tecnologia SE, FR Sport e Xcellence Lux.

L’Arona utilizza motori a benzina e diesel che sono familiari e collaudati in altre auto del gruppo VW. Gli allestimenti SE possono essere selezionati con il motore più piccolo e meno costoso, che è la benzina TSI da 1,0 litri a tre cilindri con 94 CV. La scelta del motore più efficiente rimane il diesel da 1,6 litri con 94 CV.

Con questo motore si possono avere tutti i rivestimenti eccetto FR e FR Sport. Per chi vuole risparmiare sui costi del carburante è disponibile la versione TGI con motore da 1,0 litro (in 3 allestimenti), che è un SUV a metano. Prezzi min/max: 33 allestimenti a partire da 18.500 € fino a 25.750 €.

9. Suzuki Ignis

Suzuki-Ignis-SUV-economici

Le piccole auto adatte alla guida in città sono uno dei fiori all’occhiello di Suzuki. Il Suzuki Ignis si rifà a diversi modelli di successo del produttore giapponese, ma incorpora l’attuale tendenza per lo stile dei SUV. Ha un’altezza da terra rialzata, un corpo alto e offre la possibilità di trazione integrale.

C’è molto spazio all’interno per i passeggeri per via delle dimensioni squadrate. L’Ignis è un’alternativa di piccola auto familiare economica rispetto ai piccoli SUV come Renault Captur e Ford Ecosport. È anche una delle più piccole auto a quattro ruote motrici in vendita. L’Ignis Hybrid offre l’opzione della trazione integrale, con il motore ibrido leggero Dualjet SHVS da 1,2 litri di Suzuki da 89 CV (e cambio manuale) che lavora in sinergia con la tecnologia 4×4 AllGrip.

Questo utilizza un pacco batterie e un intelligente motorino di avviamento per migliorare l’efficienza rispetto alle versioni non elettrificate. Tuttavia la meccanica dei SUV economici 4×4 riduce il bagagliaio a soli 204 litri. Prezzi min/max: 5 allestimenti a partire da 17.200 € fino a 19.650 €. Si può approfittare di promozioni interessanti con forti sconti sul prezzo di listino.

10. Suzuki Vitara

Suzuki-Vitara-SUV-economici

La Suzuki Vitara è uno dei piccoli SUV originali e ha una buona reputazione per la sua affidabilità e robustezza. Suzuki ha portato l’ultima versione lungo il percorso del crossover e mentre la guida su strada è migliorata, alcune delle sue capacità fuoristrada sono leggermente diminuite. Il Vitara è ancora adatto a coloro che devono affrontare regolarmente strade sconnesse e condizioni meteorologiche avverse.

Ogni modello è equipaggiato con un motore a benzina “BoosterJet” da 1,4 litri, sviluppato con tecnologia Mild Hybrid per aumentare le prestazioni e l’economia.  Tutte le auto ora hanno di serie un cambio manuale a sei marce, che dovrebbe essere migliore in crociera rispetto al vecchio cinque marce. Prezzi min/max: 20 allestimenti a partire da 20.980 € fino a 31.400 €.

11. Fiat 500x

Fiat-500x-SUV-economici

Se vuoi qualcosa di un po’ più grande e un po’ più robusto della Fiat 500, ma non vuoi voltare le spalle allo stile retrò di quell’auto, la Fiat 500X potrebbe essere la strada da percorrere. Ha due porte in più e un corpo più alto e più grande della 500 classica.

Si può scegliere tra i modelli standard, più attenti allo stile, e la più robusta versione Cross Plus, dotata del sistema Traction + di Fiat, che aumenta le sue capacità fuoristrada senza incidere sui costi di esercizio. Qualunque sia la versione Off-Road Look che scegli, dovrebbe navigare con facilità in un campo fangoso.

Sotto il cofano, le modifiche più significative includevano l’introduzione di due nuovi motori a benzina turbocompressi Firefly, un 1.0 litri tre cilindri da 118 CV e un 1.3 litri automatico da 148 CV, che sostituirono l’E-Torq 1.6 da 108 CV di livello base la gamma di motori. La Fiat non offre più una 500X diesel.

Sono disponibili gli allestimenti Urban, Lounge, City Cross, Cross Plus e Sport, tutti ben equipaggiati. Prezzi min/max: 65 allestimenti a partire da 21.000 € fino a 27.900 €.

12. Ford Kuga

Ford-Kuga-SUV-economici

La più grande forza della Ford Kuga, e l’aspetto che probabilmente piacerà di più, è il modo in cui si guida: è davvero davvero divertente passare del tempo al volante.

Ci sono molti motori tra cui scegliere: due opzioni di benzina da 1,5 litri, tre diesel, un ibrido benzina-elettrico e un modello ibrido plug-in (PHEV). Con questa versione si può guidare per 60 km solo con l’elettricità. Sono inoltre disponibili cinque livelli di allestimento, a partire dal modello Zetec che, considerando la sua posizione di base e il prezzo basso, è piuttosto ben equipaggiato.

È infatti completo di navigatore satellitare, sistema di ricarica del telefono wireless, fari automatici e avvio senza chiave, oltre a molteplici kit di sicurezza standard. Prezzi min/max: 44 allestimenti a partire da 26.800 € fino a 45.750 €.

13. Nissan Juke

Nissan-Juke-SUV-economici

Lanciato nel 2010, il Nissan Juke è ampiamente riconosciuto per aver dato inizio alla rivoluzione del crossover. E anche se il nuovo modello non è così innovativo, si rivela più adatto alle famiglie, migliore da guidare e più economico.

Quest’ultimo punto avrà ancora più peso se in futuro arriverà la tanto attesa versione ibrida. Il Juke di seconda generazione è ancora immediatamente riconoscibile, ma la parte frontale è stata ridefinita con cura utilizzando la tecnologia di illuminazione a LED e ha una nuova versione della griglia “V-motion” di Nissan.

Di lato, presenta ancora enormi passaruota rivestiti di plastica nera per resistere agli urti, mentre la parte posteriore ha le spalle ricoperte da luci orizzontali simili a quelle che si trovano sul retro della Nissan Micra.

Ci sono grandi cambiamenti all’interno, dove un nuovo schermo di infotainment da otto pollici occupa un posto d’onore sul cruscotto e le prese d’aria circolari sono caratterizzate da vero metallo che è fresco al tatto. I materiali sono generalmente di migliore qualità e anche più attraenti, ma la grande novità è l’aumento dello spazio in auto.

Viene offerto solo un benzina da 1,0 litri con 115 CV, che dovrebbe essere abbastanza veloce per la maggior parte degli utenti e offre una buona efficienza nei consumi. Prezzi min/max: 22 allestimenti a partire da 20.070 € fino a 28.260 €.

14. Nissan Qashqai

Nissan-Qashqai-SUV-economici

È difficile immaginarlo ora, ma quando la Nissan Qashqai è arrivata per la prima volta negli showroom europei nel 2006, la mania dei SUV crossover era agli inizi. All’epoca, la Ford Kuga, la Renault Kadjar, la Mazda CX-5 e la Mini Countryman non erano nemmeno state immaginate e il fatto che la Qashqai avesse colpito così tanti acquirenti ha confermato che Nissan aveva decisamente qualcosa in più.

Il nuovo SUV Nissan Qashqai offre ancora un look avventuroso per tutti i terreni, ma costa poco più di una berlina familiare. Il suo stile angolare è più distintivo rispetto alla versione precedente e più sinuosa e anche la sua qualità dei materiali è migliorata.

Un aggiornamento della gamma ha ridotto la gamma di motori Qashqai a una singola unità turbo a benzina da 1,3 litri con tecnologico Mild Hybrid, disponibile in due potenze. Può essere scelto con 138 o 158 CV e anche la versione a bassa potenza è abbastanza veloce per la maggior parte dei conducenti. Entrambe le versioni sono disponibili solo con trazione anteriore e la versione entry-level da 138 CV ha un cambio manuale a sei marce.

Sul più potente motore da 158 CV il cambio automatico a doppia frizione a sette rapporti è di serie. Su questa versione Nissan ha installato il sistema di guida assistita Pro Pilot presente sulla Leaf, che offre ad esempio la frenata automatica di emergenza in caso di rischio di collisione. Prezzi min/max: 2 allestimenti a partire da 33.870 € a 37.270 €.

Post sullo stesso tema