20 Suggerimenti Essenziali per la Manutenzione della Tua Auto

riparazione-auto
manutenzione-auto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Oggi l’automobile rappresenta una parte importante della nostra vita. C’è chi la considera una sorta di estensione della propria casa. C’è chi ne fa uno strumento professionale, per spostarsi quando i mezzi pubblici non sono un’alternativa adeguata. Per molti, è il modo migliore per godersi la libertà di viaggiare e scoprire sempre nuovi posti.

Ecco perché è fondamentale avere sempre la tua auto in perfetta forma e godere così di tutti i benefici che ne derivano. Abbiamo preparato una lista di controllo per la manutenzione dell’auto molto completa, che ti aiuterà a mantenere il tuo veicolo in perfette condizioni operative.

Perché è importante fare manutenzione all’auto?

manutenzione-allauto

Ci sono molte ragioni per effettuare una manutenzione di base dell’auto. Ecco i principali

Migliora la sicurezza

Un controllo periodico del tuo veicolo ti dà la sicurezza che tutto funzioni per il meglio. Ogni giorno, si verificano incidenti per via di un sistema di frenatura difettoso, di pneumatici consumati o di cinghie di trasmissione non più efficienti. La manutenzione di base dell’auto può aiutare a migliorare la tua sicurezza e quella degli altri ogni volta che ti metti al volante

Incrementa le prestazioni

Alcuni componenti sono più soggetti ad usura. Eseguendo controlli periodici di manutenzione, possiamo contribuire a garantire il funzionamento ottimale di queste parti.

Ti fa risparmiare

Quanto costa la manutenzione del’auto? Tutto dipende dal tipo di veicolo, dalle abitudini di guida e dai vari tipi di prodotti che utilizzi nella manutenzione. In linea di massima, un tagliando per un veicolo medio si aggira intorno ai 300 euro. Se la tua auto ha un motore deteriorato a causa della mancata manutenzione di base, il costo di intervento lievita fino a sfiorare diverse migliaia di euro.

Ha più valore quando la rivendi

Un’auto ben tenuta può avere un valore molto più elevato nel mercato della rivendita. Anche chi non è particolarmente esperto di auto può chiederti di visionare il libretto di manutenzione prima di acquistare il veicolo. Non puoi biasimarli perché questo è esattamente ciò che faresti tu se comprassi una macchina di seconda mano.

Contribuisce a tutelare l’ambiente

Anche se la tua auto funziona con combustibili fossili,  non significa che non puoi contribuire, in qualche modo, a un ambiente più pulito. Assicurati che il tuo olio motore non sia esausto, che tutto funzioni senza intoppi e che non vi siano perdite di sorta dai vari tubi dell’impianto.

Riduce al minimo le emergenze stradali

Sicuramente alcuni di noi hanno già sperimentato il disagio di avere una gomma a terra o la batteria scarica. In molti casi non resta che chiamare l’assistenza stradale. Il punto è che molte di queste emergenze possono essere evitate con una manutenzione periodica.

Perché leggere il manuale dell’utente?

La maggior parte di noi non prestare abbastanza attenzione al manuale fornito con il veicolo. Tuttavia, è proprio lì che trovi un sacco di informazioni per ottimizzare le prestazioni e il funzionamento del tuo veicolo: cosa è necessario controllare, come e quando farlo, quali sono i sintomi che è necessario non sottovalutare.

L’uso di parti o prodotti sbagliati sulla tua auto può comprometterne la conformità. Potrebbe non essere evidente immediatamente, ma nel tempo, i problemi sorgeranno. A quel punto, dovresti affrontare riparazioni molto costose che includono parti di ricambio e manodopera.

Quale manutenzione è comune a tutte le auto?

manutenzione-è-comune-a-tutte-le-auto

In questo post sono riportati 20 suggerimenti di base per la manutenzione dell’auto. Vediamoli insieme.

1. Ispeziona regolarmente il tuo veicolo

Eseguire le operazioni riportate nella lista di controllo per la manutenzione dell’auto è abbastanza semplice. Come già accennato, il manuale del proprietario contiene tutto, compreso come e quando effettuare la manutenzione di base dell’auto.

Se ti è possibile, fai personalmente l’ispezione. Questo comporta il semplice processo di valutazione delle diverse parti e componenti del tuo veicolo in modo che tu sappia cosa devi fare dopo. Se l’azione richiesta può essere eseguita da te, esegui la manutenzione di base dell’auto. Se richiede alcuni strumenti avanzati o addirittura un paio di mani in più, allora chiedi l’aiuto di un meccanico.

2. Impara il significato delle spie

Le auto moderne hanno sofisticati sensori e sistemi di allarme che ti informano che qualcosa non va. Ecco perché devi imparare il significato delle spie che si possono accendere sul cruscotto.

Spia del motore

Controlla la spia del motore. Questa in genere indica un problema nei vari componenti del motore dell’auto che ha sensori collegati e monitorati attivamente da un’interfaccia OB2D. Ci sono più di 4.000 codici OBD-II. Se questa spia si accende, la cosa migliore è contattare un tecnico.

Spia del motore di servizio

Di solito ti dice che sta per arrivare il momento di una manutenzione programmata.

Spia guasto elettrico

Se rimane accesa anche dopo l’autotest del veicolo, significa che il sistema di ricarica elettrica del veicolo presenta alcuni problemi che devono essere valutati ulteriormente. Spesso si tratta di un problema all’alternatore.

Spia dei freni

Può indicare semplicemente che è inserito il freno a mano o che i livelli del liquido dei freni necessitino di rabbocco. Può avere anche altri significato, in particolare se si tratta della spia ABS, quindi la cosa migliore è consultare il manuale.

Spia del liquido di raffreddamento

Sai cosa significa. Il tuo motore si sta surriscaldando. Accosta e lascia che si raffreddi. Non tentare mai di aprire il tappo del radiatore poiché il sistema di raffreddamento è pressurizzato. Fallo quando il motore si è raffreddato.

Spia olio

Di solito lampeggia se la pressione dell’olio nel motore è troppo bassa. Non guidare mai con questa spia accesa poiché puoi danneggiare il motore.

Ruote e pneumatici

3. Controlla la pressione dei pneumatici

Una delle cose che influisce sul risparmio di carburante, il comfort e la maneggevolezza è la pressione dei pneumatici. Il manuale indica la pressione consigliata per il tuo veicolo. Il controllo della pressione delle gomme andrebbe fatto settimanalmente con strumenti che trovi facilmente in commercio.

4. Controlla la profondità del battistrada

I produttori integrano già le barre antiusura nelle mescole per eliminare il fastidio di indovinare se i battistrada sono ancora abbastanza profondi per mantenere un eccellente contatto con il terreno anche in condizioni di bagnato. Se le tue gomme non ne sono fornite, si consiglia di sostituirle. Può sembrare costoso, ma non tanto quanto un incidente.

5. Verifica l’allineamento

Il corretto bilanciamento e allineamento delle ruote gioca un ruolo importante nel risparmio di carburante, oltre a incrementare la sicurezza. È quindi fondamentale ruotare, bilanciare e allineare i pneumatici in base al chilometraggio indicato nel manuale .

6. Rimuovi la polvere

Anche se la polvere dei freni non influisce sul funzionamento completo del sistema frenante, rende le ruote esteticamente sgradevoli. Utilizza una spugna umida e acqua fredda pulita.

Motore

Motore

7. Controlla le cinghie di trasmissione

Il tuo motore non produce solo energia per consentire lo spostamento dell’auto, ma anche per funzionare altre parti, come le cinghie di trasmissione. Le auto moderne utilizzano un’unica cinghia in gomma o in altri polimeri, che si degrada anche con una guida tranquilla del veicolo.

È quindi importante controllarla periodicamente. Sul manuale trovi indicazioni relative al chilometraggio ideale per la sostituzione.

8. Controlla i livelli dell’olio

Il motore dell’auto ha molte parti meccaniche in movimento che creano attrito. L’attrito genera calore e questo può portare a una significativa riduzione delle prestazioni del motore. Ecco perché ridurre al minimo, se non eliminare, l’attrito da queste parti mobili è fondamentale per garantire un funzionamento più fluido.

Il controllo dell’olio del motore dovrebbe essere parte integrante della manutenzione di base dell’auto. È abbastanza facile: basta localizzare l’astina dell’olio, estrarla e vedere a che livello si trova il lubrificante. Tieni presente che ci sono differenti tipi di olio.

Assicurati sempre che l’auto sia parcheggiata in piano. Estrai l’astina e puliscila con uno straccio. Reinseriscila completamente ed estraila di nuovo. Ora puoi vedere esattamente qual è il livello dell’olio.

È anche importante osservare il colore dell’olio: dovrebbe essere di colore ambra. L’olio scuro di solito indica la presenza di contaminanti, calore eccessivo additivi chimici o, peggio ancora, fango.

Consulta il manuale per verificare ogni quanto effettuare il cambio d’olio.

9. Controlla il liquido di raffreddamento del motore

Il motore ha anche bisogno di un sistema che lo aiuti a liberarsi del calore generato dalle parti in movimento. Questa è la funzione del radiatore. Se non c’è liquido di raffreddamento nel serbatoio o sta per esaurirsi, il calore del motore non viene dissipato. Ciò può provocarne il surriscaldamento. Il controllo di questo liquido è abbastanza semplice dato che il serbatoio è generalmente semi-trasparente, con segni di marcatura che fanno capire qual è il suo livello.

10. Prendi nota del consumo di carburante

Un motore che funziona in modo efficiente brucia il carburante a un ritmo molto più costante. Se inizia a bruciare più carburante, ti ritroverai ad andare al distributore di benzina più frequentemente.

Uno dei motivi più comuni per cui si può avere un improvviso cambiamento nel consumo di carburante è la pressione dei pneumatici. Se il pneumatico è sgonfio o non è allineato correttamente, il motore dovrà aumentare la sua potenza per far muovere l’auto.

11. Sostituisci il filtro dell’aria del motore

Il funzionamento efficiente del motore dipende da un’equilibrata miscela di aria e carburante. E per questo, è importante assicurarsi che l’aria aspirata nel motore non contenga detriti, particolato o altri contaminanti. In caso contrario, puoi notare un maggior consumo di carburante, una riduzione della potenza e rumori insoliti provenienti dal motore.  Per questo motivo è necessario sostituire il filtro dell’aria del motore in base alle raccomandazioni riportate nel manuale.

È una buona abitudine controllare periodicamente lo stato del filtro. Se, indipendentemente dalle raccomandazioni della casa automobilistica, è già troppo sporco, è meglio sostituirlo.

12. Sostituisci le candele

Se il motore della tua auto rimane inattivo per qualche tempo o dà segni di cattivo funzionamento, prendi in considerazione la possibilità di sostituire le candele di accensione. Altri sintomi di una candela malfunzionante possono includere mancanza di accelerazione, problemi all’avviamento del veicolo, consumo di carburante insolitamente elevato o addirittura sobbalzi del motore. Idealmente, è necessario sostituire le candele ogni 50mila chilometri se si tratta del tipo di rame standard. Se invece è la più avanzata candela all’iridio, puoi aspettare fino a 150mila chilometri.

La loro sostituzione richiede degli utensili specifici e, se non ti senti abbastanza sicuro, meglio affidare il cambio a un professionista.

Carburante

13. Scegli il numero di ottano consigliato dalla casa automobilistica

Si è soliti pensare che un numero più elevato di ottani si traduca in una maggiore potenza. Anche se tecnicamente è vero, non è proprio corretto. Le auto sportive e quelle dotate di motori con rapporti di compressione molto alti hanno bisogno di un carburante ad alto numero di ottani per aiutare a prevenire “colpi” o detonazioni.

Ma nei motori standard è importante utilizzare il carburante indicato nel manuale. Se il tuo manuale dice specificamente che devi inserire benzina premium ad alto numero di ottano nel tuo serbatoio, fallo. Altrimenti, non c’è bisogno di spendere di più per qualcosa di cui il motore della tua auto non ha realmente bisogno.

Carrozzeria

Carrozzeria

14. Utilizzare prodotti di qualità superiore

A nessuno piace guidare una macchina fatiscente, smorta e arrugginita. È quindi necessario prendersi cura della verniciatura. La scelta dei prodotti giusti non solo ti consente di farla sembrare sempre come nuova, ti aiuta anche a proteggerla.

Le lucidature e le cere per auto sono notevolmente migliorate nel corso degli anni. Oggi sono più sofisticate, offrono una protezione migliore e garantiscono effetti duraturi. Inoltre, non devi stare di guardia per evitare che gli escrementi degli uccelli possano rovinare la verniciatura. Se la tua auto non è adeguatamente cerata, queste “cose” sono molto più difficili da rimuovere. Con la cera, invece, ti basta passare un panno pulito.

E a proposito di escrementi di uccelli, fai il possibile di rimuoverli quanto prima: i composti chimici in essi contenuti possono essere dannosi.

Impianto elettrico

15. Impara a scollegare correttamente le batterie

Disconnettere i terminali della batteria potrebbe essere un compito facile. Si tratta solo di sbloccare i bulloni che fissano i cavi sui terminali. In realtà, c’è una procedura corretta da seguire.

Inizia sempre scollegando i terminali negativi per evitare il rischio di cortocircuiti. E quando hai finito di lavorare sull’impianto elettrico, ricollega prima quello positivo. Se non hai intenzione di sostituire la batteria, è sufficiente scollegare il terminale negativo.

16. Controlla i terminali della batteria

Anche se la batteria è esente da manutenzione, non significa dimenticarsene completamente. Almeno dovresti sapere dove si trova. Quindi, controlla la batteria per eventuali segni di corrosione o accumuli di minerali. Se invece ci sono, prendi un pennello per la pulizia specifico per i terminali della batteria e rimuovi l’accumulo. Questo dovrebbe aiutare a prolungare la durata della batteria e ad abbassare il costo medio di manutenzione dell’auto. È una buona idea procurarsi un tester per le batterie e un avviatore di emergenza, in quanto non si sa mai veramente quando la batteria si esaurisce. Per questo, potresti prendere in considerazione l’idea di avere una batteria di riserva nel bagagliaio per quei momenti “just-in-case”.

Luci

17. Sostituisci le luci delle frecce

Questi dispositivi sono molto importanti e come tali non dovrebbero mai essere trascurati. Se ti accorgi che la luce dell’indicatore nella direzione in cui stai girando lampeggia molto più velocemente del solito, significa semplicemente che hai una lampadina bruciata. Le auto più recenti sono dotate di moduli di illuminazione che possono essere facilmente sostituiti in piena autonomia. È importante utilizzare solo il tipo di lampadina che è specifico per il tuo veicolo. Nel manuale trovi il modello, insieme alle indicazioni di come procedere per effettuare la sostituzione.

18. Non toccare la lampadina durante la sostituzione

Se devi sostituire la lampadina del faro, assicurati di toccare solo il portalampada in metallo situato alla base del corpo illuminante. In alternativa puoi indossare guanti da meccanico puliti, per evitare di sporcare il bulbo con gli oli e le impurità presenti sulle dita. Il bulbo presenta infatti uno speciale rivestimento esterno: se viene sporcato, quando accendi i fari si scalda molto più velocemente rispetto al resto della lampadina, provocandone la rottura.

Altri interventi

19. Sostituzione del tergicristalli

La visibilità è un fattore imprescindibile ogni volta che ti metti al volante. E il parabrezza è la tua finestra sul mondo esterno. Per mantenerlo pulito, hai bisogno di  tergicristalli in perfetto stato. Ora, ricorda che questi componenti non sono molto resistenti, quindi tendono a consumarsi un po’ più velocemente rispetto ad altre parti dell’auto. La buona notizia è che sono anche molto più facili da sostituire. Se il tuo parabrezza è già striato o emette un rumore stridente ad ogni passaggio di spazzola, è il momento di cambiare i tergicristalli. Acquista una spazzola tergicristallo di ricambio consigliata per il tuo veicolo. E mentre stai sostituendo i tuoi tergicristalli, perché non dai al tuo parabrezza un’accurata pulizia sia all’interno che all’esterno?

19. Cambia il filtro aria dell’abitacolo

Se un membro della tua famiglia è allergico alla polvere e ad altre particelle sospese nell’aria, è una buona abitudine sostituire di frequente il filtro dell’aria dell’abitacolo. Gli esperti consigliano di cambiarlo ogni anno o 15mila chilometri.

20. Sfrutta la tecnologia per tenere traccia della manutenzione

Oggi sono disponibili varie tecnologie che possono rendere la manutenzione molto più semplice. Ecco alcune app che ti aiutano a tenere una traccia dei tuoi interventi.

aCar. Si tratta di un noto tracker Android, che consente una facile registrazione delle cronologie di manutenzione, riparazione e chilometraggio del veicolo. Le notifiche personalizzate sono rese disponibili in aggiunta alle impostazioni di notifica preimpostate.

AutoCare. Questa applicazione disponibile su Android e iOS ti dà la possibilità di tracciare la cronologia di riparazione e manutenzione della tua auto, il consumo di carburante e molto altro ancora. Ha anche le notifiche per il lavoro che deve essere completato sul tuo veicolo.

Car Maintenance Reminder. Si tratta di un’app Android gratuita che tiene traccia del consumo e del costo del carburante e dell’efficienza. Ha anche un tracker per tutte le riparazioni e la manutenzione che hai già fatto sulla tua auto e quelle che hai in programma di effettuare.

Car Minder Plus. È un’app per iOS, ideale per il monitoraggio continuo delle azioni eseguite sui filtri dell’olio, le cinghie di trasmissione, l’olio motore e i filtri dell’aria, poiché questi sono già presenti come preimpostazioni. Hai anche la possibilità di inserire e gestire i tuoi record di manutenzione per un tocco più personalizzato.

Road Trip. Disponibile su iOS, Road Trip tiene conto del consumo di carburante, della cronologia di manutenzione, dei costi di manutenzione e dei promemoria per le attività future relative ai veicoli. C’è anche un registro delle gomme che ti dà un’idea dell’usura del battistrada dei tuoi pneumatici invernali ed estivi.

Conclusioni

Prendersi cura del proprio veicolo è relativamente facile. Alla base di tutte le attività di manutenzione vi è il manuale dell’utente, che riporta tutte le informazioni utili ad intervenire in modo consapevole sulla tua auto. Se hai la costanza di seguire tutti i  suggerimenti che ti abbiamo indicato in questo post, potrai mantenere il tuo veicolo in perfetta forma. Puoi anche utilizzare una delle app specifiche per programmare i vari interventi e tenere sott’occhio la cronologia delle riparazioni eseguite sul tuo veicolo.

Lascia un commento