Quando-cambiare-auto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Si può pianificare di sostituire l’auto per vari motivi. Alcuni potrebbero farlo per il piacere di guidare una macchina nuova, altri per ridurre i costi di manutenzione di un veicolo ormai datato, altri ancora perché la famiglia cresce… per non parlare della svalutazione delle auto diesel!

Per cui, quando cambiare auto è una scelta strettamente personale. Tuttavia, è importante prendere in considerazione i vari pro e contro e ponderarli prima di decidere.

Perché acquistare una macchina nuova

Non importa quanto sia affidabile il tuo veicolo o quanto dura un motore diesel. Anche se sei affezionatissimo alla tua vecchia auto, difficilmente la terrai per più di 20 anni o oltre i 300.000 km: prima o poi dovrai rassegnarti a cambiare macchina.

Quindi è venuto davvero il momento di sostituire la tua macchina a benzina? O dovresti semplicemente investire ancora un po’ di soldi in riparazioni e resistere per qualche migliaio di chilometri in più?

Si tratta di una scelta molto personale, legata a una serie di fattori. Ma se stai pensando di sostituire la tua auto e capire se conviene diesel o benzina, prenderla di piccola cilindrata o più sportiva, continua a leggere qui prima di prendere la decisione finale.

1. Il tuo veicolo è diventati inaffidabile?

Il-tuo-veicolo-e-diventati-inaffidabile

Sappiamo tutti che la sicurezza è un fattore imprescindibile quando si è al volante: non puoi certo mettere a repentaglio la tua vita e quella degli altri.

Nel momento in cui la tua auto, che hai appena sottoposto a manutenzione ordinaria, inizia a lanciare segnali sospetti (rumori non ben identificabili, una cortina fumogena non appena schiacci l’acceleratore, freni che cigolano in modo sospetto) … è in questi casi che puoi iniziare a valutare quando conviene comprare l’auto nuova.

E se anche la scegli usata, sarà sempre un’auto con meno problemi.

2. I costi di manutenzione sono in linea con il valore dell’auto?

Tutti gli interventi di manutenzione, anche quelli di minore entità, sono costosi. Ecco perché, man mano che passano gli anni, ti troverai sempre più spesso a farti questa domanda: ne vale ancora la pena?

Ecco cosa considerare per prendere la decisione finale.

  • Manutenzione rispetto al valore dell’auto

Nel momento in cui le spese che ti trovi a sostenere per la manutenzione superano più della metà del valore della tua auto, è arrivato il tempo di guardarsi in giro per acquistarne una nuova.

Man mano che passano gli anni diviene sempre più difficile ammortizzare i costi di manutenzione, anche perché gli interventi necessari saranno sempre più frequenti. Risparmia quindi quei soldi e scegli l’auto più conveniente del momento in acquisto o noleggio

  • Manutenzione rispetto all’acquisto di una nuova auto

Si calcola che il costo mensile di mantenimento di un’auto nuova di zecca di media cilindrata (senza rottamazione della vecchia auto) sia di circa 400€, che scende a 300€ in caso di un’auto usata.

Se stai investendo, in media, 2.000€ all’anno per mantenere in forma la tua auto, incominci ad avere un bel gruzzoletto da investire in una nuova auto.

3. I fluidi si esauriscono in fretta?

I-fluidi-si-esauriscono-in-fretta

I livelli dei fluidi dell’auto sono un segnale rilevatore da tenere sott’occhio per capire se vale ancora la pena tenere la tua attuale auto.

Un’usura eccessiva dei componenti interni può in effetti portare a consumare più rapidamente i liquidi, primo fra tutti l’olio motore. Le conseguenze, se non sottoponi a costante (e costosa) manutenzione la tua vettura, le puoi ben immaginare.

4. La cinghia di trasmissione stride?

All’interno del vano motore è presente un sistema di pulegge, come quelle dell’alternatore, del servosterzo e così via. Le pulegge sono costituite da dischi che vengono messi in movimento da cinghie.

Con il passare degli anni, dopo aver percorso circa 50.000 km, le cinghie iniziano a logorarsi, Te ne accorgi perché iniziano a cigolare. Le cinghie si possono cambiare a un prezzo ragionevole. Ma se il problema sono le pulegge e i cuscinetti usurati, il tuo motore è giunto al capolinea.

5. La ruggine è partita all’attacco?

La-ruggine-e-partita-allattacco

Sono moltissime le parti di un’auto che sono costruite in metallo. Pensa solo alla carrozzeria… Sappiamo bene che questo materiale ha un grande nemico: la ruggine.

Quando incominci a vedere segni di ruggine in diversi punti, tieni costantemente monitorata la tua auto. Se si tratta di piccole porzioni, puoi intervenire anche tu con qualche ritocco a regola d’arte (se puoi, evita il carrozziere che potrebbe presentarti un conto da svenimento).

Tuttavia, quando il problema si fa serio, l’intervento necessario potrebbe essere economicamente molto impegnativo.

6. Come sono gli interni?

Entra in auto e dai un’occhiata all’interno dell’abitacolo. Come ti sembra nel suo complesso? I simboli che contraddistinguono i vari pulsanti del quadro comandi sono ancora ben visibili o si sono completamente cancellati a furia di premerli con le dita?

E i sedili in che stato sono? Il velluto (o la pelle) è ben conservato o è completamente logoro?

I tuoi figli, che ormai sono diventati grandi, hanno lasciato impronte indelebili di cioccolato e patatine sulla plastica delle portiere?

Se hai risposto “sì” a una o più di queste domande, può essere arrivato il momento di valutare la sostituzione dell’auto.

7. Le componenti elettriche non sono più quelle di una volta?

Le-componenti-elettriche-non-sono-piu-quelle-di-una-volta

Le componenti elettriche, si sa, non sono eterne. E nel corso della vita di un’auto può capitare di dover riparare il pulsante del climatizzatore, il sistema di azionamento dell’alzacristalli o l’autoradio incorporata.

Se si tratta di un intervento isolato e dopo la riparazione tutto torna in completa efficienza, tanto meglio. Ma se dopo un po’ ti trovi a doverle riparare di nuovo, forse hanno fatto il loro tempo.

8. Dal tubo di scarico esce del fumo sospetto?

Chissà quante volte ti è capitato di trovarti dietro a un’auto che emanava una fumata nera dal fumo di scappamento. In quell’occasione avrai sicuramente pensato: ma cosa aspetta a farsi controllare lo scarico?

E se adesso fossi tu ad avere quel problema? A ogni colore del fumo corrisponde una determinata perdita, dal liquido di raffreddamento al blocco motore, alle valvole e così via… Forse è arrivato il momento di venderla.

9. Sei sempre in riserva?

Sei-sempre-in-riserva

Ti sei accorto che, pur mantenendo lo stesso stile di guida, con un pieno non fai più gli stessi chilometri di una volta? Non preoccuparti, il tuo benzinaio di fiducia non c’entra.

È normale che, con il passare degli anni, l’efficienza del carburante dell’auto diminuisca. Il motivo è da ricercarsi nel fatto che il motore non è più performante come una volta e alcune parti si sono logorate. Fai quattro conti è prendi una decisione: un’auto nuova ti farà sicuramente risparmiare un bel po’ di carburante.

10. Non trovi più le parti di ricambio?

Con il passare del tempo, diventa sempre più difficile reperire parti di ricambio originali. E anche se ti rivolgi al mercato parallelo dei componenti OEM non è così scontato che li trovi. La ricerca, alla fine, potrebbe andare a vuoto e se si tratta di una parte importante, non avrai alternative: dovrai cambiare auto.

11. Il tuo gioiellino sta per festeggiare 15 anni?

Il-tuo-gioiellino-sta-per-festeggiare-15-anni

Questo vuol dire che l’hai goduta abbastanza! Una volta che ha effettuato il massimo chilometraggio possibile, dovrai affrontare la seccatura di ottenere il rinnovo della sua circolazione con continue revisioni.

Raggiungendo certi traguardi (la durata di un motore diesel può arrivare comodamente fino a 500’000 km), un’auto perde quasi tutto il suo valore e nella maggior parte dei casi si vende come rottame. Quindi, se vuoi recuperare un po’ di valore dalla tua vecchia auto, prova a venderla molto prima che raggiunga il punto in cui perda tutto il suo valore.

Quando conviene comprare un’auto nuova?

Conclusioni

Acquistare un’auto nuova richiede un investimento considerevole. Se hai il budget e hai fatto tutti i calcoli su quanto ti costerà una nuova auto in anticipo – e in seguito – per almeno 4 anni, saprai quando sostituire la tua auto.

Se vuoi puntare al risparmio fai però attenzione a tre occasioni principali: durante gli eventi di vendita di fine anno e festivi, alla fine del mese quando i concessionari stanno cercando di rispettare le loro quote e subito dopo che un nuovo modello di quel veicolo viene rilasciato se si prevede di acquistare il modello dell’anno precedente.

Le auto usate hanno cicli meno evidenti, a parte i periodi di fine mese e fine anno in cui i concessionari stanno cercando di scaricare le loro scorte.

Domande frequenti

🚗 Qual è la vita media di una macchina?

Puoi tenerla anche fino a 150.000 km o per un periodo di circa 10 anni. Ma dopo un certo tempo, i costi di manutenzione diventano davvero gravosi.

🚗 Quando non conviene più riparare l’auto?

Le riparazioni dell’auto hanno un senso solo se possono essere fatte con la garanzia della massima sicurezza. Se un veicolo ha subito un grave incidente, difficilmente potrà offrire la più totale affidabilità.

🚗 Quando è il momento migliore per vendere l’auto?

È bene vendere un’auto quando raggiunge il quarto anno di età. Trascorsi indicativamente 48 mesi il veicolo perderà oltre il 50% del proprio valore di partenza (più o meno il 40% nei primi 2 anni, un altro 15-20% nel terzo e quarto anno).

Post sullo stesso tema