Il volante non torna dritto

riparazione-auto
Il-volante-non-torna-dritto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
A qualcuno è mai capitato di guidare con difficoltà perché il volante non torna dritto? È sicuramente una condizione anomala che in alcuni casi può anche prefigurare una situazione di pericolo. Le auto moderne hanno tutte sistemi elettronici assistiti che ti permettono di girare il volante senza sforzo e lo fanno ritornare nella posizione corretta. Scopri di seguito i motivi più comuni che sono alla base del perché il volante disallineato non torna dritto e come puoi risolver e il problema.

Perché il volante non è dritto

Perche-il-volante-non-e-drittoIl volante è collegato alle ruote tramite la cremagliera e le direziona nel movimento. Se è fuori allineamento, nella maggior parte dei casi ha tre conseguenze negative:
  • Provoca un’usura irregolare e rapida del battistrada e rende necessario sostituire i pneumatici molto prima.
  • Aumenta il consumo di carburante.
  • Rende la guida più difficoltosa.
Se non sai come capire se il volante è dritto continua a leggere questo articolo, poiché ci sono alcuni altri sintomi che differiscono e potrebbero indicare la fonte del problema. Anche un servosterzo duro causa rotture e disallineamento del volante. Qui di seguito ti aiutiamo a determinare il motivo per cui il volante storto non ne vuole sapere di rimane dritto.
  • C’è stato un forte impatto:
Il marciapiede, un buca, un ostacolo improvviso sull’asfalto… Se ti capita di colpire accidentalmente qualcosa di duro e freni improvvisamente, le ruote della tua auto possono perdere il corretto allineamento. A causa di un forte impatto, infatti, il sistema di sospensione del volante si può disallineare e il veicolo può iniziare a sterzare in una direzione. Nei casi peggiori può accadere che il tirante dello sterzo sia rotto per via dell’urto, bloccando completamente l’auto.
  • Usura delle parti:
Man mano che passa il tempo, le componenti dell’auto tendono a consumarsi. Alcune di questi, come le molle delle sospensioni, possono anche allentarsi, facendo sì che l’auto “tiri” da una parte. La cosa migliore, per evitare questo inconveniente, è sottoporre il tuo veicolo a controlli periodici.
  • Modifica dell’altezza:
Se scegli di modificare l’altezza dell’auto, è importante intervenire anche sul sistema di sospensione. Quest’ultimo, infatti, in fase di progettazione dell’auto, è disegnato per funzionare correttamente a una determinata altezza. La modifica dell’altezza del veicolo che non prevede un adeguato intervento sulle sospensioni può essere causa di un disallineamento di notevole entità, con tutte le conseguenze del caso.
  • Intervento in officina:
Anche il meccanico più esperto può essere vittima di un errore dovuto alla fretta o a un attimo di distrazione. Può capitare che, in fase di allineamento delle ruote, ci si dimentichi di intervenire sul volante. Se, dopo un giro di prova, ti accorgi di avere le ruote dritte e il volante storto, torna subito indietro dal tuo meccanico, che risolverà velocemente il problema.

Come accorgersi che il volante non è dritto

Come-accorgersi-che-il-volante-non-e-dritto Ci sono alcuni sintomi-chiave della tua auto che possono farti capire che il volante non è allineato correttamente. Vediamo brevemente insieme quali sono.
  • Tieni sotto controllo le gomme:
Ricordati di controllare periodicamente l’usura delle gomme. Se ti accorgi che quelle anteriori e posteriori si consumano in modo regolare, allora è tutto a posto. In caso contrario, chiedi al tuo meccanico di fare un check dell’allineamento.
  • Verifica se il volante rimane dritto:
Se, mentre guidi, ti accorgi che il veicolo tende a spostarsi verso destra o sinistra e non riesci a tenere dritto il volante, può darsi che ci sia un disallineamento fra i vari componenti.
  • Fai “guidare” il volante:
Questa verifica deve durare solo pochi secondi, per motivi di sicurezza. Mentre stai guidando, solleva per un istante le mani e vedi se la macchina continua ad andare dritta. Se non è così, portala dal tuo meccanico di fiducia. Dopo aver verificato l’allineamento, il meccanico regolerà gli angoli alla convergenza, caster e camber utilizzando strumenti e macchine appropriati.
  • Ascolta le vibrazioni:
In caso di disallineamento i pneumatici tendono a convergere l’uno in direzione dell’altro, emettendo una lieve vibrazione. Ascolta con attenzione questo rumore: più è forte, più il disallineamento è accentuato.

Intervento fai da te per raddrizzare il volante

Se sei pratico di lavori di manutenzione fai da te sulla tua auto, puoi risolvere il problema in piena autonomia. Ecco come procedere.
  • Prima di tutto assicurati che i pneumatici siano gonfiati in modo corretto e siano posizionati dritti.
  • Procedi quindi a disattivare gli airbag: basta scollegare il filo negativo della batteria.
  • Ruota il volante: compariranno due viti in alto a destra e a sinistra.
  • Rimuovi le viti e il coperchio.
  • Svita le viti Torx che si trovano all’interno.
  • Al centro del volante c’è un dado che lo blocca sul piantone: toglilo.
  • Tira verso di te il volante per rimuoverlo.
  • Raddrizza la scatola dello sterzo sul piantone.
  • Riposiziona il volante e serra il dado.
  • Rimonta i coperchi di plastica e avvita nuovamente tutte le viti.
  • Riattiva l’airbag.

Volante storto e tiro del veicolo

Conclusioni

Ti abbiamo mostrato quali sono le cause di disallineamento del volante e come risolvere da te il problema. Se però non sei pratico di manutenzione fai da te e non ti senti sicuro, si consiglia di far fare tutti i controlli e gli interventi necessari al tuo meccanico di fiducia. Almeno una volta all’all’anno è bene far verificare il corretto allineamento delle ruote, che è la prerogativa fondamentale per far sì che anche il volante sia diritto. E se è vero che l’intervento di un professionista ha un certo costo, è anche vero che guidare in sicurezza non ha prezzo.
Post sullo stesso tema